your ads here

advertisement

Home » Eventi » Car’Odiario – L’Odiario in mostra a BBB 2016

Car’Odiario – L’Odiario in mostra a BBB 2016

Post By 0 Comment(s)

Tuono Pettinato

CAR’ODIARIO

Adiacenze

Bilbolbul 2016  – dal 25 novembre – inaugurazione il 27 h.18:30

 

A cura di Adiacenze

Testi critici a cura di Francesca Riccioni e Alessandra Ioalé

provacover_odiario_4_tris_back_150

Tuono Pettinato si è sempre contraddistinto per essere il paladino della cortesia e della pacatezza.

Il suo stile letterario e senza tempo è da sempre veicolo di quella leggerezza colta che fa ridere amabilmente l’emisfero destro del nostro cervello. E chi lo incontra si convince subito della natura affabile e dolce di questo autore premiato, apprezzato e amato da tutti.

Ma cosa succede dietro? Cosa sta accadendo nelle viscere più profonde del nostro docile, pacato Tuono?

Ebbene, esiste un altro lato, oscuro e nerissimo, che non può più essere contenuto: scalpita e brama di essere messo a nudo.

Con L’Odiario (GRRRz 2016) Tuono Pettinato abbandona ogni resistenza alla forza di un sentimento scorretto, inviso, cattivo: l’odio. E con Car’Odiario mette in mostra la potenza di questa liberazione: un elogio dell’odio come sentimento di sdegno, di ribellione e insurrezione contro la correttezza a tutti i costi, la maleducazione culturale, il buonismo cieco.

Un “via libera” con cui l’autore pisano contagerà il visitatore, invitandolo a praticare l’odio in questa sua antica e purissima forma.

Car’Odiario rivendica la completezza dell’artista e dell’uomo, oltre il personaggio statico e imprigionato nella reiterazione della bontà, della cortesia, della disponibilità.

Un Tuono Pettinato mai visto. Inedito, scatenato, che ci invita a sperimentare l’odio come un’arma non più solo di difesa, ma di resistenza e controattacco, per risvegliare una coscienza critica che ci porti a reagire con fermezza di fronte al cattivo gusto, alle schifezze spacciate per cultura, alla tolleranza obbligatoria.

La mostra sarà una messa in scena partecipativa di questo odio. Infografiche contagiose, aree di sfogo, una fucina dell’odio e molte altre attività, tutte tese a formare il pubblico verso la conquista di un odio consapevole e rivoluzionario.

Preparatevi a odiare, a liberare le vostre coscienze arrabbiate, fate sì che ciò che non va sia spazzato via da una nerissima macchia d’odio.

Your comment

Your name:

Your email address: Your message: