your ads here

advertisement

Home » #ventiPunti » #ventiPunti – 12 – Progredire

#ventiPunti – 12 – Progredire

Post By 0 Comment(s)
(In questa rubrica settimanale il fondatore di GrrrComic Art Books, Andrea Benei, pubblicherà un diario minimo di venti punti per illustrare al lettore come intende inventare la tradizione di questa Casa Editrice. E promette a tutti di illustrare solo questo.)

35. Chin. Il Progresso. “Un signore illuminato e un servitore obbediente: queste sono le condizioni necessarie per un grande progresso”. Quando mi si manifestava questo oracolo, sono sempre stato propenso a mettere la maschera di Silvana al signore, e a me quella del servitore. Una deduzione logica, mi è sempre parso, almeno fino a che non ho avuto la responsabilità del buon andamento della Casa Editrice.

Ora penso a Chin come a un sottile macchinamento vecchio di migliaia di anni per insegnare a non delegare a altri una responsabilità che è propria, e che deve rimanere tale. Anzi, Chin possiede un’ulteriore profondità, che indaga la sostanza stessa di un’attività culturale come quella che Silvana mi ha affidato: Progredire non è sinonimo di crescere.

Progredire significa cambiare, svilupparsi, assumere forme consone a ogni situazione nuova, alle condizioni favorevoli e agli accidenti.

Quello che succederà a questa Casa Editrice, posso provare a immaginare, sarà proprio questo: progresso. Sono qui per imparare un mestiere (punti tre e, credo, diciannove), non voglio sapere né prevedere tutto.

Dopotutto, Silvana ha messo fiammiferi in un libro (letteralmente), ha fatto di un libro una serigrafia di 6 metri, ha fatto No Clown, che se penso a cosa intendevo io con “libro” prima di No Clown mi viene in mente che Chin è sorpresa, non espansione; è illuminazione, non calcolo; è invenzione, non riproduzione.

Il destino di Chin è passare dall’acqua agli alberi, oppure rimanere in acqua, l’evoluzione è progresso, non programmazione.

In questo, lo sto imparando proprio mentre scrivo, dovrò diventare presto espresso. La GRRRz un giorno mi farà progredire in qualcosa che non sono adesso, ma perché tutto funzioni per i nostri Autori, per i nostri lettori e per noi stessi, in quel progresso dovranno starci almeno due dna: signore e servitore.

Tags

Your comment

Your name:

Your email address: Your message: