your ads here

advertisement

Home » #ventiPunti » #ventiPunti – 3 – Sbagliare

#ventiPunti – 3 – Sbagliare

Post By 0 Comment(s)

(In questa rubrica settimanale il fondatore di GRRRz Comic Art Books, Andrea Benei, pubblicherà un diario minimo di venti punti per illustrare al lettore come intende inventare la tradizione di questa Casa Editrice. E promette a tutti di illustrare solo questo.)

 


Il mio professore di Psicologia una volta mi chiese di spiegargli a parole come allacciarsi le scarpe.
Una cosa sciocca, pensai, immediata. Ci misi quasi un’ora di parole, poi cercai di scriverlo, e venne fuori uno schema complesso oltre misura, rispetto all’azione che avrei dovuto descrivere. Un disastro. Così ho imparato che non tutto può essere insegnato, e che ci sono cose che per essere imparate hanno bisogno di una semplice capacità: la certezza di non farla bene alla prima.

Imparare un mestiere significa possedere una passione e sentirsi appartenere a una missione, che nel mio caso è inventare una tradizione editoriale. Sono certo di aver appreso da Silvana la pratica di fare libri e la teoria sottesa a farli come li sa fare lei. Eppure, l’unica esatta previsione che posso produrre mentre mi avvio a questo mestiere è che sbaglierò: lo standard di Silvana è altissimo, e io, qui e adesso, sto soltanto iniziando. Sbaglierò. Sbaglierò conteggi, sbaglierò decisioni, sbaglierò parole, sbaglierò tante cose che si sommeranno prima o poi in un errore. Il primo.

Sbaglierò a scegliere un periodo per uscire con un libro, sbaglierò a correggere una ciano, a eleggere una strategia, sbaglierò a avere fretta, sbaglierò a prendermela comoda.

L’insegnamento che Silvana non può passarmi è il suo fiuto, ma perché questa è una lezione impossibile da tramandare. Non sbagliare invece, è una facoltà possibile da raggiungere, ma è la più lunga da imparare. La più lunga.

Una delle prime cose che intendo chiarire a me stesso, nell’avviare la GRRRz, è che raggiungere uno standard come quello di Silvana, nelle scelte, nell’attenzione, nell’esattezza, sarà la più difficile delle capacità da acquisire. Kafka scrive che il male del nostro tempo è l’impazienza. E io, nella felicità che ho provato a lanciarmi in questo gioco, so che soffrirò di questa malattia ancora per un po’. Con chi ha deciso di collaborare con me, con chi ha deciso di leggere i miei libri, con chi vuole sostenermi e è interessato a quello che GRRRz Comic Art Books è e sarà chiedo perciò di assolvermi, quando inciamperò.

Dopotutto, sto ramificando le radici, e questo tipo di giardinaggio offre un mucchio di inciampi.

Your comment

Your name:

Your email address: Your message: